Qualche cenno sull'argomento:

Un impianto industriale è caratterizzato da macchine, capitali, mezzi e addetti alla lavorazione delle risorse materiali ed energetiche per trasformarli in prodotti finiti attraverso processi chimici o di fabbricazione.

Il settore dell’ingegneria comprende la progettazione, l’esercizio e la gestione degli impianti industriali, e questi fattori fanno parte dell’impiantistica.

L’impianto industriale si inserisce in una struttura o in un sistema più complesso come un’impresa o un’azienda che mira al perseguimento di obiettivi economici.

Possiamo suddividere gli impianti in due categorie: impianti di produzione o tecnologici e impianti complementari di servizio.

<H2>Impianti di produzione o tecnologici</H2>

Gli impianti tecnologici sono costituiti da un complesso di congegni, apparecchiature e sistemi che svolgono un preciso compito.

Le macchine che caratterizzano tale categoria trasformano il materiale da lavorare e, al fine di rendere efficiente il servizio, è necessario prestare attenzione al sistema di produzione adatto; si realizza in tal modo il ciclo tecnologico.

<H2>Impianti complementari di servizio</H2>

Sono sistemi di produzione e distribuzione dei servizi di stabilimento, supportano il funzionamento degli impianti tecnologici senza partecipare direttamente al processo produttivo e hanno i seguenti scopi:

– Alimentazione di energia elettrica e/o termica agli impianti tecnologici;

– Alimentazione scarico di materiali fluidi e/o solidi;

– Realizzazione di buone condizioni ambientali per la produzione e la conservazione di beni;

– Realizzazioni di buone condizioni igieniche all’interno dell’impianto.

Possiamo classificare gli impianti di servizio in:

– Entità servita, con mezzi produttivi e persone;

– Tipologia servizio, alimentazione e scarico;

– Funzione svolta, su impianti di produzione e distribuzione dell’energia, impianti controllo condizioni ambientali, impianti trasporto materiali, impianti del controllo delle interazioni con l’ambiente esterno.

Gli impianti di produzione fanno riferimento a vari criteri di analisi:

-Natura degli impianti, meccanici, edili, siderurgici, elettrici, chimici, alimentari, ceramici etc.

-Dimensioni: i parametri di valutazione delle dimensioni dipendono dal numero di addetti, dai capitali investiti, capacità produttiva etc.

-Capitale e lavoro, sia impianti ad alta intensità di capitale che impianti con prevalente contenuto di lavoro

-Diagramma tecnologico o processo produttivo, in processi produttivi “mono-linea” e processi “sintetici o convergenti”

-Continuità del processo produttivo, si distinguono in “ciclo continuo o flusso” e “ciclo intermittente”.

<H2>Pianificazione degli impianti industriali</H2>

La pianificazione degli impianti industriali, si articola in tre processi che sono:

-Studio di fattibilità;

-Progettazione completa degli impianti industriali;

-Realizzazione del progetto.

Lo studio di fattibilità comprende la scelta tramite ricerche di mercato e lo studio del prodotto, la scelta del ciclo produttivo, la definizione dei servizi necessari al funzionamento dell’impianto e la scelta della potenzialità produttiva.

La progettazione degli impianti industriali per Lops Costruzioni Spa comprende la scelta dell’ubicazione, lo studio della disposizione planimetrica dell’impianto, il progetto dettagliato del lay-out e la progettazione esecutiva.

Infine, nella realizzazione del progetto, con Lops Costruzioni Spa vengono definiti tempi e metodi di realizzazione dell’impianto e dello sviluppo, e il controllo delle varie fasi di realizzazione è puntuale.